Mon to Sun / 09:00-19:30 (Continued Schedule) - From 15/03 to 15/11
15
Ago

La ceramica che non ti aspetti

Coltelli, Shuttle e freni, i tanti utilizzi di un materiale millenario, antico come la terra ma in grado di affrontare le più ardue sfide della modernità.

L’arte della ceramica è una delle più antiche inventate dall’uomo.

Un’arte che risale all’alba dei tempi, realizzata letteralmente a partire da una manciata di terra.

Nei secoli la ceramica è stata protagonista di tutte le fasi della civiltà, accompagnando con umile vasellame i pasti del popolo o diventando opera d’arte per le corti e gli imperi, senza confini, in ogni angolo del mondo.

Ceramiche spaziali

Quando pensiamo alla ceramica ci viene in mente tutto questo, ma questo materiale ha altri, a volte sorprendenti utilizzi, soprattutto grazie all’uso di tecnologie sempre più sofisticate.

In questo caso si tratta di ceramiche con caratteristiche particolari, che possono essere usate in situazioni estreme, per esempio nella tecnologia spaziale.

Con una durezza nella scala Vickers compresa tra 13 e 17 (si pensi che l’acciaio arriva a 10) e la possibilità di essere usati a una temperatura che può arrivare fino a 2000 gradi Celsius, la ceramica è stata utilizzata per componenti dei motori d’aereo, mole da officina e addirittura per le “mattonelle” usate per la protezione esterna del celebre Shuttle.

Ceramiche e Formula Uno

Un altro uso recente della ceramica riguarda l’industria automobilistica: mescolata al carbonio, è un componente innovativo per i dischi frenanti, utile in particolare per situazioni di superlavoro del freno stesso, come per esempio nelle gare di Formula 1.

Tra gli usi più comuni di questi materiali ceramici tecnologicamente avanzati c’è senz’altro l’industria dei coltelli: una lama di ceramica non arrugginisce, non si macchia, resiste maggiormente ai lavaggi, non interferisce col sapore dei cibi e il filo rimane affilato almeno 10 volte di più.

Quando la ceramica salva la vita

La ceramica è usata da molto tempo nelle protesi dentarie e in molti altri campi della tecnologia sanitaria. Se prima del 1925 veniva usato principalmente il metallo, con il miglioramento delle tecniche chirurgiche si  arrivati a preferire l’utilizzo delle cosiddette bioceramiche.

L’idea di usare materiali biocompatibili venne a seguito dei molti casi di rigetto delle protesi da parte dei soldati feriti durante la guerra nel Vietnam, e portò alla nascita di un prodotto chiamato “bioglass”, antenato delle bioceramiche moderne.

La bioceramica è utilizzata anche per la realizzazione di pacemakers, macchine per dialisi e respiratori.

Verso l’infinito e oltre

Naturalmente presso Geometrie non troverete uno Shuttle… ma nemmeno protesi, coltelli o motori d’aereo: qui fa noi la ceramica è oggetto d’arte e d’artigianato, strumento per esprimere la nostra creatività, realizzare opere originali, o per inserirsi nel solco della grande tradizione della ceramica italiana, per esempio quella di Montelupo.

Ci affascina però pensare a tutte le incredibili applicazioni pratiche di questo materiale solo apparentemente umile, antico come la terra ma in grado di affrontare le più ardue sfide della modernità.

You may also like
L’antica arte di apparecchiare la tavola
Ceramica nel mondo: i Moche
Ceramica nel mondo: l’arte islamica
La spirale nell’arte: un simbolo universale